Come si calcolano gli anni dei cani

153
come si calcolano gli anni dei cani

Come si calcolano gli anni dei cani? L’età dei cani non funziona come la nostra e può essere interessante saperne di più sull’argomento, per tante ragioni.

Se avete adottato un cane abbandonato di cui non conoscete la data di nascita sarà difficile stimare con certezza la sua età effettiva, ma sommariamente il calcolo avviene convertendo quanti anni vive un cane in anni “umani”.

Differenze tra cani e umani

Prima di imparare come si calcolano gli anni dei cani bisogna capire alcune questioni direttamente collegate e che riguardano il funzionamento della vita di un cane e le differenze con l’essere umano.

Si sente spesso dire che un anno del cane corrisponda a sette anni umani, ma si tratta di una credenza inesatta, testimoniata dal fatto che alcuni cari arrivano a vivere fino oltre i venti anni.

Se questa regola fosse vera, i cani che arrivano a vivere vent’anni sono ultracentenari perché la loro durata della vita corrisponderebbe a più di centoquaranta anni. Impossibile, vero?

La regola con cui si calcolano gli anni

Come si calcolano gli anni dei cani allora? La regola accreditata e seguita dagli esperti distingue sia gli adulti dai cuccioli che la taglia per calcolare l’età dei cani espressa in anni umani.

Stando a questa norma, quando il cane compie il primo anno di vita esso si trova approssimativamente ad aver compiuto circa quindici anni umani.

La differenza tra umano e cane, infatti, è che dopo il primo anno di vita umano il bambino ha attraversato dentizione e svezzamento mentre muove i primi passi e le prime parole. Il cane, invece, dopo il primo anno ha già raggiunto la sua piena maturità. Ecco perché al suo secondo anno di vita gli sono generalmente attribuiti ventiquattro anni.

Taglia, razza e qualità della vita

Quindi per imparare come si calcolano gli anni dei cani basta avere a portata di mano specifiche informazioni che lo riguardano come taglia, data di nascita e razza. La vita media cane, infatti, pur avendo una durata minore rispetto alla nostra dipende dalla sua taglia perché i cani più piccoli sono generalmente più longevi e possono vivere fino a 16 anni.

I cani di taglia media, al contrario, hanno un’aspettativa di vita massima di dieci anni, salvo eccezioni ovviamente. Parliamo sempre di stime medie, per cui ribadiamo che i calcoli non sono caratterizzati da precisione scientifica.

A cosa serve sapere l’età dei cani?

Se ci stiamo chiedendo come si contano gli anni dei cani è per curiosità circa il nostro amato Fido. Occorre che sia chiaro, tuttavia, che gli anni dei cani sono tutta un’altra cosa rispetto a quelli degli umani per una serie di ragioni. La prima è che l’età biologica e quella mentale non coincidono.

Confrontare i cani con gli umani circa l’età fa venire meno alcuni presupposti tra cui l’invecchiamento della mente che non trova corrispondenza nell’emisfero canino.

Se pensiamo a quanto vive un cane e a come si comporta lungo tutta la sua vita ci accorgeremo che questo, anche in vecchiaia, si comporta in maniera giocosa, effettuosa e capricciosa. L’età per i cani non intacca la maturità mentale, ma solo quella fisica. Stando così le cose quanto può avere senso calcolare anni cane?

Amarlo e conoscerlo per migliorare la sua vita

Si tratta di un’informazione che non ci dice quasi nulla del nostro cane se non contestualizzata nel suo quadro di salute e benessere.

Imparare come si calcolano gli anni dei cani può essere considerata un’informazione fine a se stessa. Preoccuparci per la sua età, invece, è possibile e ci sono tanti modi per allungare l’aspettativa di vita del nostro Fido partendo proprio dal suo benessere.

Come allungargli la vita? Nel calcolo dovrebbero essere considerati gli stili di vita, se dorme in casa oppure fuori, che tipo di alimentazione segue, se è stato sottoposto a sterilizzazione ecc.

Come per qualsiasi essere vivente, il livello di qualità della vita ne influenza la durata. Più il cane vive in condizioni di benessere, più le probabilità di una vita felice e duratura si allungano. I fattori a cui dare maggiore importanza sono tutti di tipo preventivo.

Come allungare la vita al cane?

Il cane avrà una vita mediamente più lunga se segue un’alimentazione controllata e sana, mangiando ogni giorno la quantità giusta di cibo e senza ingerire prodotti che potrebbero fargli male anche se piacciono tanto, come cioccolata e dolci.

Il cane deve avere sempre acqua fresca da bere a disposizione e non deve mai soffrire la sete. L’acqua inoltre va cambiata almeno due o tre volte al giorno e le ciotole devono essere lavate con frequenza. Nelle ciotole infatti si raccolgono tantissimi batteri.

Un altro accorgimento è quello di scegliere ciotole in acciaio perché sono più igieniche.

Il cane dovrebbe essere sottoposto regolarmente a visite veterinarie e a vaccinazione quando richiesto oltre ad essere immediatamente curato quando contrae disturbi o malattie.

Durante i periodi dell’anno più esposti il cane dovrebbe essere protetto da zecche, pulci, zanzare e pappataci con appositi collari o prodotti veterinari.

Infine il cane dovrebbe avere ogni giorno tempo da dedicare alla passeggiata, al gioco e alla corsa. Ciò che più serve al cane per stare bene è l’aria aperta ed il gioco con il suo padrone, un’attività che pone le basi per una relazione solida e affettuosa che dura per tutta la vita.

SCOPRI DI PIÙ SUGLI ANIMALI DOMESTICI CON LE NOSTRE GUIDE