Psoriasi al viso: sintomi, cause e rimedi utili

224
psoriasi al viso
Engin_Akyurt / Pixabay

La psoriasi al viso è una patologia cronica della pelle, infiammatoria ma non contagiosa, che presenta un ciclo con due fasi: una in cui i sintomi sono più evidenti e l’altra in cui sono quasi inesistenti.

È una condizione che causa molto disagio proprio per la zona che va ad interessare e che si presenta con prurito, arrossamenti e desquamazione della cute.

Colpisce le sopracciglia, la zona tra il naso e il labbro superiore, la fronte, l’attaccatura dei capelli ed anche le palpebre (con conseguente infiammazione della zona degli occhi).

Non vengono escluse nemmeno le orecchie poiché la psoriasi al viso può colpire anche il padiglione auricolare, ostruendo il condotto uditivo esterno con conseguente riduzione dell’udito.

I sintomi della psoriasi

I sintomi della psoriasi al viso sono i primi segni tipici che indicano l’insorgenza della malattia.

Si parte dalle tipiche chiazze sulla pelle (che sono dette eritrosquamose proprio perché interessano i vasi sanguigni e gli strati più profondi dell’epidermide) ma anche dalle placche squamose, dalla pelle secca (con tendenza a sanguinare), dal prurito, dal dolore e dal bruciore.

Le varie tipologie

Come si evince dalle foto della psoriasi al viso, si possono avere diversi tipi:

  • a placche: cioè la condizione che si presenta più di frequente con delle lesioni rosse e gonfie per via dell’infiammazione. A volte, queste lesioni sono coperte da uno strato di pelle desquamata bianca;
  • guttata: se è caratterizzata da macchiette di colore rosso che non sono gonfie come quelle precedenti. Compare all’improvviso durante l’infanzia o all’inizio dell’età adulta;
  • invertita: quando le lesioni sono di colore rosso brillante e lucide;
  • pustolosa: si presenta con delle vesciche bianche piene di pus, localizzate o sparse e che spesso degenerano in delle croste di colore giallo. Può essere associata a dolori o a febbre;
  • eritrodermica: si caratterizza per un rossore diffuso e desquamazione. Anche questa può essere accompagnata ad altri fenomeni come prurito, febbre o perdita di peso. È molto dolorosa e, per la sua estensione anche in altre parti del corpo, crea molto disagio nel soggetto che ne è affetto.
  • artropatica: è un’infiammazione a livello delle ossa e delle articolazioni che deriva dalla malattia.

Le cause della psoriasi

Queste immagini della psoriasi al viso fanno capire che non ne esiste un solo tipo ma che ci sono delle differenze nel modo in cui si presenta.

Ad ogni modo, per tutti i tipi, le cause sono le stesse e cioè:

  • predisposizione genetica: infatti, la psoriasi al viso o in altre parti del corpo è ereditaria, poiché si riscontra con maggiore frequenza nei parenti delle persone che ne sono affette;
  • infezioni da batteri come lo Streptococco ma anche l’HIV (che aumenta l’incidenza della malattia);
  • stress: si è dimostrato che può sensibilmente aggravare la condizione o, addirittura, scatenarla;
  • farmaci: alcuni tipi (come quelli per la pressione alta) possono causare l’insorgenza della malattia.

Quali sono i trattamenti più efficaci?

La psoriasi al viso è una condizione che dura tutta la vita e che può causare un certo disagio nel soggetto che ne è affetto.

Fortunatamente, ci sono varie soluzioni che possono essere prese in considerazione per limitare e fronteggiare la malattia e i suoi sintomi.

Le creme

Come trattamento, ad esempio, una crema per psoriasi al viso (soprattutto se si tratta di una forma lieve) è quella topica che possa andare a ridurre i sintomi e il prurito.

Si tratta, in genere, di prodotti che contengono:

  • corticosteroidi: che riducono l’infiammazione e l’irritazione ma che non possono essere assunti per lunghi periodi;
  • cheratolitici: che hanno delle potenti proprietà esfolianti e aiutano così a ridurre la desquamazione.

Altri prodotti possono essere creme emollienti ed idratanti: le prime, che servono per rendere più liscia la pelle e ridurre la desquamazione, mentre le seconde che aumentano l’idratazione fornendo acqua anche agli strati superiori della pelle.

In ogni caso, quando si sceglie un prodotto per la pelle, è bene chiedere il parere di un farmacista o di un dermatologo che consiglierà al meglio in base alle caratteristiche della pelle del paziente.

La fototerapia

Il dermatologo può anche suggerire come cura per la psoriasi al viso, la fototerapia.

Si tratta di trattamenti fatti con luce ultravioletta che, tuttavia, presentano lo svantaggio che il paziente debba sottoporsi ai trattamenti per diverse sedute (per parecchi mesi) prima di vedere dei risultati soddisfacenti.

In particolare, la fototerapia prevede:

  • l’esposizione ai raggi artificiali UVB (in questo caso, possono essere necessarie oltre 20 applicazioni);
  • l’esposizione alla PUVA (cioè radiazioni UVA con psoraleni che devono essere assunti per via orale o somministrati a livello topico): questo trattamento può durare più di un anno.

Il trattamento farmacologico

Un’altra strada può essere quella farmacologica che si basa su delle terapie sistemiche (che agiscono sull’intero organismo e che per questo possono dare origine a più effetti collaterali) e biologiche.

Si tratta di farmaci che vengono prescritti per via orale o per iniezione come il:

  • metotrexato, che riduce l’infiammazione;
  • ciclosporina, cioè un immunosoppressore.

Consigli generali

Come rimedi per la psoriasi al viso, valgono le regole generali di condurre uno stile di vita corretto, come:

  • lavarsi il viso ogni giorno: il paziente affetto da psoriasi al viso potrebbe non trovare gradevole guardarsi allo specchio e quindi trascurare la propria igiene, ma questa è veramente importante e occorre utilizzare dei prodotti che non siano aggressivi come dei saponi adatti a pelli secche e delicate ed eventualmente creme emollienti e lenitive. Per la scelta di questi prodotti è bene farsi consigliare dal dermatologo o dal farmacista, come già detto in precedenza. Così come è importante scegliere i giusti prodotti da make up qualora si abbia voglia o esigenza di truccarsi.
  • Seguire il giusto regime alimentare: infatti, il cibo è il principale responsabile della salute e della bellezza della pelle e, per questo, bisogna dare la precedenza ad alimenti ricchi di nutrienti (come frutta e verdura, legumi e cereali integrali) ed evitare, invece, quelli che vanno a sovraccaricare il fegato (come grassi, latticini o proteine animali).
  • Evitare fumo e alcol e l’assunzione di alcuni farmaci.
  • Fare attività fisica.
  • Limitare l’esposizione ai raggi solari ed evitarla del tutto nelle ore più calde (dalle 10 alle 16).

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE QUESTI ARTICOLI: