Olio di ricino: proprietà e benefici

198
olio di ricino

Sono molte le proprietà dell’olio di ricino. Da tempo questi benefici sono molto conosciuti e oggi soprattutto l’olio di ricino viene utilizzato per la bellezza, soprattutto per curare i capelli e per rinfoltire le ciglia e le sopracciglia. Questo olio vegetale viene ottenuto spremendo a freddo i semi della pianta ricinus communis. Si contraddistingue per un elevato contenuto di acido ricinoleico. Quest’ultimo è un acido grasso insaturo che dà all’olio di ricino delle proprietà davvero eccezionali. Infatti viene utilizzato anche nell’industria farmaceutica per la messa a punto di alcuni farmaci. Esaminiamo quali sono le proprietà di questo prodotto.

I benefici dell’olio di ricino per uso cosmetico

L’olio di ricino fa crescere i capelli. Infatti è molto importante per promuovere lo sviluppo della cheratina, la sostanza principale costituente di peli, capelli e unghie. Ecco perché questo prodotto viene utilizzato molto nella cosmesi naturale, soprattutto come agente nutriente e ristrutturante.

Ha delle proprietà rinforzanti molto spiccate e può rivelarsi davvero utile nel caso in cui si abbiano capelli secchi e sfibrati.

Possiamo dire anche che ha un’azione equilibratrice per quanto riguarda la regolazione del grasso presente nei capelli. Il grasso tende a perdersi soprattutto nel fusto e nelle punte con il passare del tempo. L’olio di ricino limita la perdita di grasso e quindi previene l’indebolimento della chioma.

Viene utilizzato anche per rinforzare le ciglia. In questo senso si applica soprattutto la sera prima di andare a dormire. Può essere usato anche come maschera da distribuire sulla pelle e, in questo caso, è ottimo da utilizzare soprattutto sulle pelli secche. Infatti quando viene applicato sulla cute forma uno strato protettivo che riduce l’evaporazione dell’acqua e quindi previene la disidratazione.

L’olio di ricino ha anche delle importanti proprietà antibatteriche ed antifungine. Inoltre contiene molti sali minerali, proteine, vitamina E ed omega 6.

Per questo motivo può essere utilizzato anche da spalmare sul cuoio capelluto in caso di irritazione. È sempre l’acido ricinoleico che permette di bilanciare il PH del cuoio capelluto, rimediando ai danni che spesso sono causati dall’uso di prodotti per capelli molto aggressivi.

Le proprietà dell’olio di ricino per uso interno

L’olio di ricino può essere usato anche internamente, infatti è conosciuto per la sua azione lassativa che esercita nei confronti dell’organismo. L’odore e il suo sapore non sono particolarmente gradevoli, ma in compenso usato come lassativo ha una forte efficacia.

Questo effetto è dovuto soprattutto alla presenza dell’acido ricinoleico in grande quantità. L’acido ricinoleico, dopo l’assunzione dell’olio, viene liberato dai trigliceridi per l’azione degli enzimi gastrici e del pancreas. Soltanto una piccola parte è assorbita dall’intestino.

L’azione con cui si manifesta questo effetto lassativo è molto rapida. Infatti la proprietà arriva ad avere un raggio d’azione nel giro da due a sei ore.

Per esempio è molto utilizzato per l’evacuazione del colon prima del parto. Di solito, per ridurne il sapore sgradevole, viene ingerito mescolato con del succo di arancia.

Per ottenere un effetto lassativo può essere utilizzato nelle dosi di 5-15 ml per i bambini e di 15-60 ml per quanto riguarda l’uso da parte degli adulti.