Integratori naturali: perché fanno bene

82
integratori naturali

La maggior parte di noi sa che una buona alimentazione è fondamentale per vivere in buona salute. Tuttavia, quando sentiamo parole d’ordine come carenza di calcio o apprendiamo che un nuovo multivitaminico è appena arrivato sugli scaffali, possiamo chiederci se il cibo che stiamo mangiando sia sufficiente. A questa domanda c’è una risposta logica e che vale la pena citare, e cioè che i migliori integratori per la salute fanno bene e quindi è opportuno utilizzarli. In riferimento a questa ultima considerazione, vediamo insieme perché conviene aggiungerli alla dieta giornaliera.

Il giusto equilibrio degli alimenti

L’assunzione di una dose giornaliera di uno qualsiasi dei singoli minerali, vitamine o integratori multivitaminici che si trovano sugli scaffali dei supermercati e delle farmacie può essere allettante in termini di salute generale. I bisogni nutrizionali infatti dovrebbero essere soddisfatti principalmente dagli alimenti.

Gli individui dovrebbero quindi seguire degli schemi alimentari sani che includano cibi ricchi di nutrienti e che contengano vitamine e minerali essenziali oltre ad altre sostanze presenti in natura. Sebbene in determinati momenti della nostra vita possa essere necessario integrare la dieta, è necessario considerare anche la sicurezza dell’assunzione di un integratore. Troppe vitamine e minerali possono infatti causare problemi di salute e, quindi, i livelli raccomandati non dovrebbero essere mai superati.

Chi ha bisogno di integratori alimentari?

Il modo migliore per rimanere in salute è scegliere un’ampia varietà di integratori alimentari ricchi di sostanze nutrienti che spesso non si ottengono dal cibo, vuoi per la scarsa consistenza in essi presenti che per negligenza o rigetto verso un determinato alimento.

In una dieta equilibrata, potrebbe quindi rivelarsi un toccasana far ricorso ad integratori alimentari e altamente nutritivi. Ad esempio gli anziani, le donne incinte e le persone che soffrono di insicurezza alimentare sono maggiormente a rischio di carenze nutrizionali, ed ecco perché un integratore alimentare acquistabile in una farmacia fisica o sui migliori store online preposti alla vendita è più che un optional.

Perché gli integratori alimentari sono importanti?

Se nel corso di una giornata qualsiasi si consumano meno di 1.600 calorie per scarso appetito o per difficoltà a mangiare, la necessità di degli integratori alimentari è ciò che occorre per risolvere a monte il problema.

Alcuni individui tra l’altro sono limitati nelle loro scelte di cibo a causa di allergie, condizioni mediche o perché seguono una dieta vegetariana o vegana. Ad esempio, i cibi animali sono la principale fonte di vitamina B12, quindi le persone che seguono una dieta vegana devono mangiare prodotti fortificati e assumere anche un integratore alimentare.

Le donne in stato interessante invece hanno bisogno di ottenere un’adeguata quantità di acido folico da cibi fortificati (ad esempio dai cereali) ma anche di integratori o di entrambi. Se i test di laboratorio mostrano che lo stato di ferro di una donna è basso durante la gravidanza, un medico consiglierà infatti proprio un integratore naturale a base di questa sostanza.

A margine va aggiunto che anche la vitamina D potrebbe essere una preoccupazione tra neonati, bambini e giovani adulti. I neonati che sono allattati al seno e quelli che consumano meno della quantità raccomandata di latte o formula arricchita di vitamina D e coloro che hanno un elevato rischio di carenza della suddetta vitamina, probabilmente avranno bisogno dei suddetti integratori naturali.

Altri soggetti che potrebbero richiedere un’integrazione aggiuntiva sono in genere persone che stanno assumendo determinati farmaci o hanno una condizione di salute che cambia il modo in cui il loro corpo utilizza i nutrienti.

Il medico nutrizionista in tal caso può prescrivere dei test per determinare se l’assunzione di un integratore potrebbe essere un reale beneficio per quella persona.