Cucina sana e vacanze: cosa mangiare in estate

194
cucina sana e vacanze

D’estate, con il caldo, si potrebbe non aver voglia di passare del tempo in cucina a cucinare oppure mangiare tanto. Questo, però, non vuol dire mangiare la prima cosa che capita! Ecco perché, è bene fare attenzione a cosa mangiare d’estate sia quando si è a casa, sia quando si è in vacanza e magari si ha poco tempo per cucinare.

Consigli su cosa mangiare d’estate a colazione

C’è chi pensa che “cucina sana in vacanza” sia sinonimo di digiuno e privazioni: tuttavia questo tipo di cucina può rivelarsi anche molto gustosa, come ad esempio quella proposta dall’Hotel Villa Claudia a Bellaria, tutta a base di prodotti locali e un occhio di riguardo al biologico. Partendo dalla colazione, ecco alcuni consigli per evitare di abbuffarsi troppo (soprattutto se ci si trova in albergo in vacanza e non si riesce a resistere alle tentazioni del classico cappuccino con cornetto o di mangiare tutte le torte presenti al buffet).

Un ottimo modo per cominciare la giornata può essere mangiando della frutta di stagione: in questo caso, però, il consiglio è quello di non esagerare.

In alternativa, si può scegliere una colazione salata: un esempio è quella composta da pane (meglio se integrale) con uova strapazzate e un po’ di frutta secca.

Questa è anche una soluzione molto veloce da preparare prima di andare al mare o di visitare una città che non si conosce.

Altrimenti, si può mangiare semplicemente uno yogurt, magari arricchendolo con semi di chia (ricchi di proteine e con proprietà sazianti).

Cucina sana a pranzo e cena

Pranzo e cena possono essere i momenti della giornata in cui fare più strappi alla regola, soprattutto quando si è in vacanza. Magari i pasti vengono fatti al ristorante e la tentazione di provare un piatto del posto, anche molto “pesante” e condito, può essere molto forte.

È vero che non bisogna privarsi di questa esperienza culinaria ma è anche giusto non esagerare. Alternative facili e veloci da preparare per pranzo e cena possono essere non solo la classica insalata con lattuga e pomodorini, ma anche un’insalata di riso, da condire con verdure.

Oppure una leggera insalata di quinoa o il cous cous (vedi anche come cucinare gli gnocchi di cous cous), magari conditi con qualche verdura di stagione. La pasta fredda è un altro grande classico che piacerà molto agli amanti della pasta: da provare con pesto e pomodorini, un piatto facile e gustoso.

Oppure la crema di ceci (hummus), una tendenza esportata dall’Oriente che rende i ceci ancora più gustosi.

Cucina sana in spiaggia

Nell’immaginario collettivo, siamo abituati a pensare che in spiaggia si mangi di tutto: dalla parmigiana di melanzane alla pasta fredda alla frittata e così via. In realtà, proprio per il caldo e per il fatto che si possa aver voglia di fare un bagno in mare, è meglio stare leggeri con una dieta sana.

Il consiglio principale è quello di portare con sé acqua a sufficienza (in generale bisogna bere molto durante l’estate perché, sudando, si perdono molti liquidi).

Come spuntino va benissimo la frutta mentre come portata principale è meglio scegliere insalate di verdure o piatti con cereali integrali accompagnati magari da verdure (meglio evitare i prodotti pronti per condire il riso, perché troppo ricchi di zuccheri, e scegliere invece verdure fresche e di stagione).

Al bar o al chiosco della spiaggia, invece che scegliere la birra, meglio preferire un centrifugato di frutta per fare il pieno di vitamine e rinfrescarsi.