Cosa fare quando il cane ha caldo

192
cane caldo

In estate, con le alte temperature, è davvero difficile non soffrire il caldo: anche il semplice respirare ci fa sudare: lo sappiamo bene noi ma anche i nostri amici a quattro zampe.

E’ molto frequente che i nostri cani soffrano del cosiddetto “colpo di calore” per via delle temperature molto elevate o per l’umidità dell’aria.

Sintomi del colpo di calore nel cane

Ci si accorge che si sta manifestando questa condizione se il nostro amico peloso:

  • fa fatica a respirare oppure il respiro appare accelerato;
  • fa fatica a muoversi (diventa lento e goffo);
  • diventa inappetente;
  • ha un innalzamento della temperatura corporea;
  • ha le mucose arrossate;
  • inizia a vomitare o si presentano episodi di diarrea;
  • ha crisi convulsive.

Se siamo in dubbio e questi sintomi ci pongono in allarme, diventa opportuno recarsi dal veterinario che potrà illuminarci sulla situazione.

Il “colpo di caldo” si verifica soprattutto nei cani dal muso corto e dalla testa larga come le razze boxer, bulldog, carlino e pechinese.

A soffrirne con più facilità potrebbero essere anche i cani che abbiano delle condizioni di salute precarie (che soffrano di determinate patologie o problematiche, come ad esempio problemi cardiaci), i cani più anziani e i cuccioli più piccoli.

Ma ovviamente il caldo è caldo per tutti, quindi non c’è nessuna differenza, potrebbero incappare in questa condizione tutti i cani indistintamente.

Cosa fare

Ma cosa possiamo fare quando il nostro cane ha un “colpo di calore”?

Innanzitutto manteniamo il controllo e non temiamo il peggio, piuttosto assicuriamoci di prendere tutti questi accorgimenti:

  • bagnare il nostro cane con acqua fresca o immergerlo in una vasca, (l’acqua non deve però essere fredda) oppure avvolgiamolo in degli asciugamani bagnati. Controlliamo che la temperatura del nostro cane non scenda sotto i 40°: infatti, quando arriverà a questo punto potremo smettere di “rinfrescarlo”. Anche bagnare solo la testa può risultare utile.
  • Evitare di lasciarlo in auto, sia sotto il sole e sia in genere perché è risaputo che i picchi di temperatura che si toccano in auto sono elevatissimi anche se ci troviamo in una zona d’ombra.
  • Non fargli fare attività fisica: non è questo il momento di prendersi cura della sua linea! La cosa che possiamo fare invece è quella di non stravolgere le sue abitudini: la sana passeggiatina al parco o dove di solito facciamo quattro passi con lui, sarà sempre utile e rigenerante ma evitiamo di farla quando fa molto caldo o sotto il sole; piuttosto usciamo con lui alla mattina presto o di sera quando l’aria diventa più fresca.
  • Sebbene il cane possa risultare inappetente (anche nel vedere il suo “piatto” preferito), questo è un sintomo che non deve indurci a costringerlo a mangiare per forza. In ogni caso se proprio non riusciamo a tollerare il fatto che non mangi, proviamo a dargli leccornie e prelibatezze nelle ore serali, magari sarà più ben disposto a mangiare.
  • Lasciamo acqua fresca e pulita sempre disponibile nella sua ciotola: quando ne avrà voglia sarà lui stesso ad abbeverarsi ed infatti questo è più importante del mangiare.
  • Proteggiamolo dal sole: i cani a differenza di noi umani, smaltiscono il calore corporeo solo sudando dalle mucose della bocca e dai polpastrelli delle zampe. Quando inizia ad ansimare, a “cacciare” la lingua fuori dalla bocca, a sbavare, evidentemente è troppo accaldato e quindi sarà opportuno spostarci in una zona ombrosa o bagnargli almeno la testa. Come noi, soffrono i raggi UV: le parti più sensibili del loro corpo sono la cute, il naso, il dorso, le zampe e gli occhi dove potrebbero apparire anche eritemi solari da curare con una crema apposita.
  • Fare in modo che sia sempre in una zona fresca in casa oppure all’ombra all’aria aperta. In casa o in altri luoghi “chiusi” può essere utile posizionarlo anche a diretto contatto con aria condizionata o ventilatori.

Cosa fare in caso di disidratazione

Un altro problema grave per i nostri cani è la disidratazione: se sollevando la pelle del collo del nostro pelosetto, questa resterà sollevata e raggrinzita, vorrà dire che c’è disidratazione.

A questo punto dobbiamo dare dell’acqua al nostro cane e se non la vuole, possiamo procedere semplicemente a bagnargli la lingua.

È una scelta sbagliata quella di rasare il pelo del nostro amico a quattro zampe, non è per quello che soffre il caldo!

La cosa da fare invece è quella di accorciare semplicemente il pelo, che comunque è necessario per lui perché è utile per proteggerlo dai raggi UV.

Se decidiamo di andare al mare invece, procuriamoci un ombrellone anche per lui oppure preferiamo le ore meno calde per andarci, d’altronde sarà un gran bel refrigerio per lui e per noi fare una bella nuotata nell’acqua fresca.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: