Come tosare un gatto

919
come tosare un gatto

Come tosare un gatto? Un gatto dalla pelle e dal pelo pulito è un gatto sano, quindi è necessario eseguire regolarmente la toelettatura del nostro amico peloso. È una buona abitudine spazzolare periodicamente il pelo del nostro piccolo amico, per eliminare il pelo morto così che non lo ingurgiti quando si lecca, ma anche per eliminare parassiti e sporcizia così da rafforzare il suo sistema immunitario.

Inoltre, è necessario pettinare il nostro gatto, affinché non si creino gomitoli di peli o nodi, che a lungo andare possono provocare delle rischiose dermatiti.

Ovviamente conviene procedere alla spazzolatura con delicatezza perché ai gatti non piace quando gli tiriamo e strappiamo il pelo e potrebbero irritarsi e graffiarci.

Strumenti utili

Con la spazzola effettuiamo un massaggio che favorisce la buona circolazione del sangue del nostro gatto e rende il suo manto più luminoso e in buona salute.

Poiché il pettine o la spazzola non sono molto apprezzati dai gatti, si può ricorrere ad un guanto leva peli, con dei dentini in gomma che aiutano ad eliminare il pelo in eccesso.

Se vuoi sapere come tosare un gatto, un altro strumento che si può usare nella spazzolatura è il cardatore, uno strumento molto utile nella toelettatura di gatti a pelo lungo, dotato di fili in acciaio inox piegati che eliminano il pelo morto.

Però, se non è possibile eliminare nodi e gomitoli di pelo con la spazzola o con questi altri strumenti, bisogna procedere alla tosatura.

La tosatura è necessaria in questi casi perché ci può essere il rischio di dermatiti; inoltre è indispensabile in caso di malattie e di interventi chirurgici.

Abituare il tuo gatto alla tosatura sin da quando è piccolo potrebbe rivelarsi una scelta vincente.

Quando il gatto diventa più grande, invece, potrebbe, a seconda del gatto, rivelarsi una vera e propria tragedia… oppure aiutarlo a rilassarsi.

Anche se il gatto ha pelo corto, la tosatura può rendersi fondamentale nel caso sia venuto a contatto con altri gatti randagi o si sia trovato in ambienti a rischio.

In ogni caso, la difficoltà maggiore che puoi incontrare durante la tosatura del tuo fedele compagno sta nel fatto che il tuo micio potrebbe agitarsi e diventare aggressivo e potresti ferirlo con i vari strumenti utilizzati durante la tosatura.

Come tosare un gatto, facile e senza rischi

Innanzitutto, per una maggiore igiene è consigliabile utilizzare dei guanti (anche per proteggerti da eventuali graffi del tuo micio) e vestiti vecchi (dato che saranno completamente riempiti di peli alla fine della procedura) e se puoi fatti aiutare da qualcuno a tenere fermo e calmo il tuo gatto.

Poi procedi a districare il pelo con le mani o pettinandolo così da eliminare i nodi e il pelo “morto”.

Se i nodi sono troppo persistenti, tagliali con le forbici.

Poi puoi procedere al taglio vero e proprio dei peli più lunghi con le forbici (utilizzale di varie dimensioni in base alla zona da trattare) ed infine prosegui con delicatezza e attenzione con un rasoio elettrico (adatto agli animali) o con una tosatrice apposita, con dei movimenti dritti e decisi.

Radi soltanto i bordi senza andare troppo in profondità e troppo vicino alla pelle, poiché il tuo gatto è molto sensibile e potrebbe dargli fastidio.

Puoi usare il rasoio su tutto il corpo tranne sulla testa, che è una parte molto delicata, su cui è consigliabile utilizzare delle forbici.

Cerca di evitare di radere anche la zona del collo, della faccia e delle orecchie: se non sei esperto o il tuo gatto fa un movimento improvviso, potresti fare dei gesti sbagliati e compromettere l’incolumità del tuo gatto.

Infine, elimina i peli in eccesso, spazzolandoli delicatamente, in modo tale che quando il gatto tornerà a leccarsi, non ingerisca i suoi stessi peli.

Consigli utili

Può risultare utile anche fare dei bagnetti periodici al gattino per mantenere la pelle pulita.

Se il gatto è davvero indomabile e diventa aggressivo ed ingestibile durante la tosatura, è necessario oltre che strettamente consigliato, l’intervento del medico veterinario.

In ogni caso, mai somministrare sedativi o calmanti senza la prescrizione del veterinario.

Attenzione! Se ti preoccupi che il tuo gatto perda troppo pelo, sappi che è una preoccupazione inutile: la perdita di pelo indica che il gatto sta bene ed è un problema che non risolverai con la tosatura.

Puoi ridurre la perdita di pelo, spazzolando il manto del tuo gatto e inserendo nella sua dieta più proteine, che rafforzano e rendono più luminosi i suoi peli.

Come tosare un gatto quindi? Ora sai tutti i segreti per una tosatura rapida ed indolore sia per il tuo gatto che per te.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: