Come eliminare le macchie di caffè

81

È vero, il caffè come lo facciamo noi italiani, non lo fa nessuno! C’è chi non riesce proprio ad iniziare la giornata senza un buon caffè, chi non ne può fare a meno dopo pranzo e chi non può rinunciarci durante la pausa al lavoro. E quante volte in vita nostra abbiamo pronunciato la famosa frase: “Andiamo a prendere un caffè insieme qualche volta!”.

È tanto buono ma tanto fastidioso se ci cade sui vestiti, sul divano, sul tappeto o sulle lenzuola del letto, se abbiamo improvvisato una romantica colazione a letto.

Ma ecco alcuni consigli e rimedi naturali per eliminare le macchie di caffè con facilità, senza stress e senza danneggiare i tessuti.

Se possibile, cerchiamo di rimuovere la macchia quando è ancora fresca così sarà sicuramente più semplice procedere.

Vale la regola generale per cui, per prima cosa, bisogna eliminare il liquido di caffè in eccesso con della carta da cucina o con un panno bianco e pulito.

Cerchiamo di non far espandere la macchia ma di asciugare in maniera circolare in modo tale da far assorbire la macchia il più possibile e per fare ciò tamponiamo delicatamente e non strofiniamo per nessuna ragione.

ACETO: il rimedio naturale per eccellenza

Un trucco efficace per rimuovere le macchie di caffè è l’aceto, potente alleato spesso utilizzato nelle pulizie di casa come detergente naturale al posto di detersivi o altri additivi chimici.

Possiamo utilizzare l’aceto di mele o l’aceto di vino bianco: nel primo caso ci basterà creare una miscela fatta con 6 cucchiai di acqua distillata e due di aceto.

Agitare il composto in un contenitore spray e spruzzarlo sulla macchia, lasciando agire per circa 15 minuti.

Infine, strofinare con uno spazzolino o con le mani per far scomparire l’alone.

Utilizzando invece l’aceto di vino bianco, possiamo creare una miscela fatta con due cucchiai di aceto e un bicchiere di acqua tiepida.

Tamponiamo sulla macchia fino a quando l’alone non sarà sparito.

Il rimedio della nonna: il sapone di Marsiglia

Prima di tutto, eliminiamo il liquido del caffè in eccesso utilizzando della carta da cucina e poi bagniamo un angolo del sapone di Marsiglia e passiamolo sulla macchia, fino a formare abbastanza schiuma da lasciare agire per circa 10 minuti.

Risciacquiamo con acqua e se la macchia è ancora presente, continuiamo il procedimento fino a che l’alone non sarà definitivamente venuto via.

Succo di limone e bicarbonato: rimedi casalinghi super economici

Per rimuovere la macchia di caffè con il succo di limone, usiamo prima un cotton fioc sul tessuto per verificare se questo ingiallisce a contatto con il limone.

Se il tessuto non ingiallisce, possiamo procedere con il succo di limone sulla macchia di caffè.

La procedura con il bicarbonato di sodio consiste invece nel cospargere la polvere del bicarbonato su un panno bagnato che ci servirà per tamponare la macchia di caffè sul capo imbrattato.

Rimozione della macchia di caffè da tessuti diversi

  •  tessuti in cotone: si può provare a rimuovere la macchia di caffè con dell’acqua molto calda ma se la chiazza non viene via, possiamo utilizzare il sale e il limone creando una crema con del succo di limone e un cucchiaio di sale da adagiare sulla macchia e lasciare agire per circa un’ora;
  • capi in seta: è consigliabile lasciare in ammollo il capo in acqua con due tazze di aceto di mele per una notte intera e il giorno dopo risciacquare in acqua fredda;
  • capi in velluto: si può provare ad eliminare la macchia con dell’acqua frizzante, tamponandola e poi passare il ferro ben caldo, su di un panno umido messo sopra il capo macchiato;
  • capi in pelle, lana o pelliccia: usiamo sempre dell’acqua frizzante, strofinandola sulla macchia e poi asciughiamo con un panno pulito;
  • tappeti e moquette: anche in questo caso può tornare utile l’acqua frizzante oppure possiamo creare un composto con alcol e aceto da tamponare sulla macchia di caffè con un panno pulito;
  • jeans: se la macchia è fresca, possiamo provare a rovesciare sopra la macchia dell’acqua bollente.

C’è chi utilizza anche il tuorlo d’uovo mescolato ad acqua tiepida per rimuovere la chiazza di caffè, da strofinare delicatamente con un panno.

Il consiglio per le urgenze

Se ci macchiamo di caffè al bar o al ristorante o quando siamo al lavoro e non sappiamo come comportarci, la prima prova che possiamo fare è quella di strofinare sulla macchia dell’acqua frizzante fino a che l’alone non sia scomparso e poi lasciare asciugare o se possibile, utilizzare l’asciugamani ad aria presente nelle toilette del bar o del ristorante.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: