Centrifughe proteiche: frullati energetici per dimagrire

522
centrifughe proteiche

Le centrifughe proteiche costituiscono un ottimo modo per mantenersi in forma, non facendo mancare al nostro organismo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per stare bene. I frullati proteici, infatti, sono molto utili per apportare al corpo tutte le sostanze nutritive di cui ha necessità e allo stesso tempo per sentirci più energici e non avere molta fame.

In questo modo siamo spinti a mangiare di meno e abbiamo più possibilità di perdere quei chili in più che proprio non ci piacciono. Ma scopriamo perché fanno bene i frullati proteici naturali e quali sono le migliori ricette di centrifughe proteiche, per mettere a punto un vero e proprio frullato di proteine.

Perché fanno bene

Le centrifughe proteiche si caratterizzano per il fatto di essere un vero e proprio concentrato di proteine. L’obiettivo principale di una centrifuga proteica è quello di utilizzare la frutta proteica, quella più adatta a fornire al corpo le sostanze di cui ha bisogno per produrre nuovi tessuti muscolari.

Il frullato proteico può sostituire addirittura anche gli integratori, perché garantisce che ogni giorno assumiamo la necessaria quantità di proteine, sempre comunque nell’ambito di una dieta equilibrata.

Non dobbiamo infatti pensare che le centrifughe proteiche possano sostituire i cibi fondamentali per il nostro benessere. Però sono importanti perché anche un frullato proteico senza proteine in polvere può riuscire a mantenere sotto controllo i problemi di osteoporosi.

Inoltre le centrifughe proteiche migliorano le funzioni cardiovascolari, fanno diminuire i livelli di colesterolo “cattivo” e rendono più forte il sistema immunitario.

Le ricette

Vediamo adesso alcune ricette di centrifughe proteiche che ci possono essere utili per mettere a punto dei centrifugati energetici, dei frullati energetici per sentirci meglio e allo stesso tempo dei frullati proteici per dimagrire.

Centrifugato con cavolo e barbabietola

Queste centrifughe proteiche sono a base di cavolo, barbabietola e sedano. Mettiamo insieme 4 foglie di cavolo, 4 foglie di barbabietola, 4 gambi di sedano, un pugno di foglie di spinaci, 2 mele, 1 lime e un pezzetto di zenzero. In questo modo possiamo fare il pieno di proteine, calcio, fibre, vitamina C, folati, magnesio. È un frullato energetico molto efficace indicato soprattutto per chi pratica sport.

Frullato con cocco e menta

Questo frullato proteico a colazione potrebbe essere davvero importante, perché contiene molte sostanze nutritive come acidi grassi, carboidrati, sali minerali e vitamine. Può essere bevuto di mattina, soprattutto se si ha intenzione di praticare sport subito dopo per avere muscoli più forti e quindi prestazioni migliori.

Mettiamo insieme mezza tazza di latte di cocco, 6 foglie di spinaci, un cucchiaio di foglie di menta e mezzo bicchiere d’acqua. Frulliamo tutti gli ingredienti, per ottenere il nostro shake proteico.

Yogurt e frutta

Fra le centrifughe proteiche che possiamo consigliare e che risultano particolarmente efficaci prima dell’allenamento e della colazione, ma che non hanno da perdere nulla nemmeno in termini di gusto, c’è il frullato con yogurt e frutta.

Mettiamo insieme mezza tazza di latte scremato, mezza tazza di fragole, una tazza di yogurt naturale, mezza tazza di spremuta d’arancia e dolcifichiamo con del miele dopo aver frullato tutti gli ingredienti.

Frullato di mela e carota

Ecco per esempio un altro ottimo frullato da tenere presente, se si vuole dimagrire. Può essere un’alternativa alle classiche centrifughe proteiche, però è davvero ottimo perché ha un effetto brucia grassi. Per prepararlo ci servono una mela, mezza carota e mezzo gambo di sedano.

Quali sono i frutti con più proteine

Quando pensiamo alle proteine, spesso non possiamo fare altro che fare riferimento ad alcuni cibi come formaggi magri, carni bianche, pesce azzurro e albume delle uova. In realtà però non bisognerebbe ignorare il fatto che anche la frutta contiene delle proteine che possono fare bene al nostro organismo.

La frutta, inserita all’interno di un’alimentazione bilanciata, può fare veramente bene. Con quella ricca di proteine possiamo preparare delle centrifughe proteiche che ci danno la giusta carica di energia.

La frutta secca è in assoluto quella più ricca di proteine, ma anche di acidi grassi buoni e omega 3. Naturalmente non bisogna esagerare con la frutta secca, perché ha anche molte calorie.

Si contraddistinguono per la loro elevata quantità di proteine anche i frutti a base di olio, come il cocco, oppure la frutta farinosa come le castagne. Inoltre molto utile può essere la frutta disidratata, che ha dei valori nutrizionali molto concentrati. Basti pensare per esempio alle albicocche secche, ai fichi secchi o alle carrubbe.

Per quanto riguarda, invece, la frutta fresca più ricca di proteine che si potrebbe utilizzare proprio per la preparazione delle classiche centrifughe proteiche, ricordiamo i seguenti frutti: avocado, banane, kiwi, ciliegie, pesche, melone, lamponi, fragole, pompelmo, pere e mele.

Perché i frullati proteici fanno dimagrire

Ma le centrifughe proteiche fanno davvero dimagrire? Sono stati condotti molti studi a questo proposito, che hanno dimostrato che chi segue una dieta ad alto contenuto di proteine può perdere fino a 15 chili in circa due mesi. In effetti dobbiamo ricordare che le proteine aiutano a stimolare il metabolismo, perché la digestione e il metabolismo delle proteine stesse richiedono moltissima energia.

Inoltre i frullati proteici aiutano a costruire i muscoli e anche questo è un processo che naturalmente stimola nel corpo la possibilità di bruciare più grassi del solito. Contemporaneamente i frullati proteici possono dare la giusta carica di energia adatta per esempio non soltanto ad affrontare i numerosi impegni della vita quotidiana, ma anche per chi pratica attività sportiva.

Può accadere che, presi dal desiderio di dimagrire il più presto possibile, finiamo anche col ridurci piuttosto sciupati fisicamente. In realtà con le centrifughe proteiche tutto ciò non avviene, perché comunque i muscoli vengono sempre mantenuti tonici.

Una buona idea è quella di inglobare all’interno dei frullati degli elementi proteici diversificati. Per esempio lo yogurt greco, i ceci e i semi. Basti pensare che soltanto 100 grammi di yogurt greco riescono a fornire all’organismo 10 grammi di proteine. I ceci hanno il 20% in più di proteine rispetto ad altri legumi come i piselli o i fagioli. Alcuni preferiscono aggiungere alle centrifughe proteiche il tofu, perché sperano di ottenere una nutrizione ancora più efficace.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: